Tu di che forma sei?

pera

La forma del nostro fisico deriva dalle scelte alimentari che compiamo ogni giorno: certi alimenti sono in grado di causare, in alcuni soggetti più che in altri, un aumento di determinate  circonferenze o l’accumulo selettivo o prevalente in certe zone del corpo.

Se il metabolismo degli estrogeni non è efficiente, a essere più evidenti saranno glutei e fianchi, e la pelle sarà a buccia d’arancia: si avrà la cosiddetta forma a “pera”.

I sintomi associati a questo biotipo sono la sonnolenza dopo i pasti, la bocca amara alla mattina, una cefalea più o meno correlata alle fasi del ciclo mestruale.

Nel caso di disfunzione tiroidea, invece, il volume del collo e stomaco aumenta, e si è afflitti da una sensazione di gonfiore generalizzata. Se il cortisolo è elevato, le spalle, l’addome e il grasso retro-nucale saranno più elevati, e si avvertirà un gonfiore diffuso. Si avrà dunque un aspetto “ taurino”, particolarmente evidente e antiestetico nella donna perché più vicino alla forma dell’uomo. Durante la menopausa, la donna tende ad aumentare proprio nella parte alta del tronco, perché l’equilibrio ormonale si modifica in senso maschile, androginico, il cortisolo aumenta, i livelli di estrogeni sono più bassi e la funzione tiroidea tende a rallentare.

Ritornando alla nostra “mela”, se il corpo arriva ad assumere una forma simile, in seguito a una eccessiva produzione di insulina da parte del pancreas, si rischiano danni per la salute.

ADD A COMMENT

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scopri in anteprima le promozioni

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER