Le arachidi

Le arachidi

Le arachidi sono i frutti dell’omonima pianta della famiglia delle leguminose, sono originarie del Brasile ma attualmente vengono coltivate in tutto il mondo. Possono essere consumate semplicemente tostate ed acquistate ancora con il proprio guscio legnoso, in commercio si trovano anche in forma semilavorata prive del guscio e spesso salate. Dalla lavorazione dei semi di arachide si ricava l’olio, qualitativamente adatto all’alimentazione umana, il suo elevato punto di fumo è secondo solo a quello dell’olio d’oliva ma il costo sensibilmente inferiore, lo rendono particolarmente adatto alla frittura degli alimenti. Un altro prodotto della lavorazione dei semi di arachide è il famoso burro di arachidi che trova la sua massima diffusione negli Stati Uniti, in Europa questo prodotto non è molto utilizzato anche se da diversi anni ha fatto la sue comparsa sugli scaffali dei nostri supermercati, resta comunque un alimento interessante per le sue proprietà nutritive su cui mi riservo di tornare in un articolo futuro.

Dal punto di vista nutrizionale le arachidi sono una notevole fonte di proteine ed amminoacidi (sono tra gli alimenti più ricchi di arginina), sono ricche di zinco, magnesio, potassio, fosforo, manganese e rame. Anche il contenuto in fibre (25 g/100 g di alimento) e vitamina E è particolarmente elevato. Le arachidi sono prive di colesterolo ma ricche di lipidi ed in particolare di acido oleico, lo stesso presente nell’olio di oliva. Il contenuto in sodio è ridotto fatta eccezione per gli snack addizionati di sale, tali stuzzicherie andrebbero consumate con estrema attenzione, se ad esempio ci si trova al bar o al ristorante, può capitare di accompagnare un aperitivo con delle arachidi salate presenti sul bancone, in questi casi oltre all’elevato contenuto calorico delle arachidi salate (669 Kcal/100 g) occorre aggiungere quello della bibita, mediamente compreso tra le 50 e le 150 Kcal. Nonostante le apparenze un semplice ed innocuo aperitivo con gli amici, contornato da qualche stuzzichino, può così coprire, da solo, circa 1/3 del fabbisogno calorico quotidiano.

Se lo si desidera le arachidi possono comunque trovare il loro posto in un piano alimentare bilanciato se assunte a piccole dosi (15-20 g) per bilanciare uno spuntino troppo ricco di zuccheri.

Da ricordare, infine, che le arachidi sono una buona fonte di polifenoli ed in particolare di resveratrolo, una sostanza dall’elevato potere antiossidante.

ADD A COMMENT

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scopri in anteprima le promozioni

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER