La Monacolina K

monascus purpureus

MONACOLINA K

Nell’ampio panorama degli integratori alimentari negli ultimi anni si sono fatti spazio diversi prodotti a base di riso rosso fermentato che hanno la capacità di ridurre il colesterolo plasmatico, questi integratori non sono corredati di indicazione terapeutica, (un integratore per definizione non può vantare proprietà curative o preventive le patologie umane) ma possiedono le cosiddette Health claims e cioè delle indicazioni salutistiche.
È risaputo che i farmaci più largamente utilizzati nelle dislipidemie sono le statine, la molecola che si ricava dal riso rosso fermentato e che ha questa azione di riduzione del colesterolo è la monacolina K, Come mai questa molecola ha questa capacità? La risposta è semplice quanto scontata.

La monacolina K è in effetti una statina, la sua struttura chimica è identica a quella della lovastatina che invece si trova all’interno di compresse vendute nelle farmacie come medicinali, la differenza tra l’integratore ed il medicinale sta nel dosaggio, per legge negli integratori non si possono trovare più di 10 mg di monacolina K/lovastatina (ma in alcuni prodotti ne troviamo anche soltanto 2,5 mg) mentre i medicinali corrispondenti ne contengono da 20 a 40 mg, assumere questi integratori corrisponde quindi ad assumere una statina sotto dosata.
Una differenza ulteriore sta nel processo di autorizzazione al commercio, mentre per un farmaco serve un’autorizzazione dell’AIFA (Agenzia Italiana del FArmaco) che richiede la presentazione di 5 moduli diversi:

  • modulo 1 : informazioni amministrative relative al medicinale oggetto della domanda e del titolare dell’autorizzazione all’AIC
  • modulo 2 : riassume i dati chimici, farmaceutici e biologici, i dati non clinici ed i dati clinici
  • modulo 3 : contiene le informazioni chimiche, farmaceutiche e biologiche dei medicinali contenenti sostanze attive chimiche e/o biologiche
  • modulo 4 : contiene le relazioni non cliniche
  • modulo 5 : contiene le relazioni sugli studi clinici

  • Per un integratore basta notificare l’etichetta al Ministero della Salute il quale può muovere eventuali obiezioni entro 60 giorni trascorsi i quali il prodotto può essere commercializzato, lo stesso iter richiesto per gli alimenti.


Questi prodotti sono efficaci nel ridurre il colesterolo? Ovviamente si, perché non dovrebbero, le statine sono efficaci quindi anche gli integratori a base dì monacolina K lo sono , purtroppo però oltre all’efficacia le due preparazioni condividono anche gli effetti collaterali, non si vuole dunque demonizzare gli integratori (ne ho dichiarato espressamente l’efficacia) ritengo però che sua sbagliata l’idea che siano prodotti senza “rischi” perché di dichiarata origine naturale, è doveroso informare il proprio medico prima di iniziare l’assunzione di qualsivoglia preparato.

ADD A COMMENT

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scopri in anteprima le promozioni

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER