La candida

candida

La candida è un fungo saprofita (appartenente alla famiglia dei saccaromiceti) che vive nel tratto intestinale (soprattutto nel colon).  Questo fungo è necessario per alcuni processi metabolici, compresa la digestione degli zuccheri (fermentazione). Esistono 70 ceppi di candida (la più diffusa è la albicans) che convivono nel nostro corpo in perfetta simbiosi.

Nel momento in cui ci si alimenta in maniera errata l’equilibrio si rompe dando il via alla “sindrome della candida”: produce delle ife (filamenti reticolari) che si radicano nelle mucose intestinali , assorbendo nutrienti e scaricando tossine ed enzimi. Essa diventa cosi capace di raggiungere la circolazione sanguigna e invadere altri organi. Le infezioni da candida (candidosi) possono essere di tipo esterno o interno.

Entrambe hanno inizio dalla candida intestinale. In questa situazione patologica la mucosa intestinale si infiamma diventando più permeabile, permettendo il passaggio nel sangue di molecole proteiche alle quali si agganciano le spore della candida. In questa maniera si presentano anche intolleranze alimentari. La candida ti tipo esterno è la più conosciuta e coinvolge l’apparato riproduttivo.

L’integrazione può essere un valido aiuto per curare la candidosi.

È importante :
evitare che il corpo subisca l’infiammazione cronica, è consigliato assumere quindi vitamina D, omega 3, potassio, migliorare la funzionalità del sistema immunitario in modo da impedire la proliferazione della candida. È consigliato assumere: quercitina, chiodi di garofano, glutammina, zinco, rame, vitamina E, vitamina A, vitamina D, vitamina C.

Constrastare la disbiosi e la permeabilità intestinale. È consigliato assumere : vitamina B9, chiodi di garofano, zenzero, cannella, curcuma e pepe nero.
Diminuire la secrezione di cortisolo, per evitare la soppressione del sistema immunitario.  Assumere: ginseng, melatonina, tirosina, vitamina D.
Sarebbe preferibile eliminare gli zuccheri, alcolici e cibi molto ricchi di lievito:  eliminare il saccarosio, la frutta troppo zuccherina, parte dei cereali, bevande zuccherate (in particolare la birra), i cibi affumicati e alcuni formaggi. Consumare yogurt non zuccherato, formulazioni pro –  e pre -biotiche , aglio, pesce, olio di oliva, uova, carne magra e verdure.

 

ADD A COMMENT

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scopri in anteprima le promozioni

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER